Itinerari

Viaggiando a nord di Treviso si può percorrere una via ideale, un itinerario pieno di sorprese segnato da due estremi, Valdobbiadene a ovest e Conegliano a est. Al centro di questo splendido scenario storico, artistico e paesaggistico, il MASO DI VILLA permette di raggiungere facilmente le affascinanti cittadine della campagna veneta ed importanti circuiti enogastronomici.

Con questi nostri Itinerari, desideriamo condurvi alla scoperta di luoghi, tradizioni, percorsi e leggende, in un invito a godere il bello e il buono che la Marca Trevigiana generosamente offre a chi sa visitarla senza fretta e con amore.

ITINERARIO 1: Lungo la Strada del Prosecco

Tra le colline dell’Alta Marca Trevigiana, disseminate di vigneti e rinomate per la produzione di vini eccellenti, si snoda la Strada del Prosecco DOCG, la strada del vino più antica d’Italia. Lungo questo tragitto si nascondono tesori d’arte meravigliosi, attrattive storiche e artistiche inaspettate, indirizzi curiosi ed angoli affascinanti sconosciuti ai più. Ecco alcune delle località e delle soste da non perdere.

Leggi tutto »

ITINERARIO 2: Villa Barbaro a Maser, Asolo, Bassano del Grappa, Marostica (e magari un salto alla Gipsoteca del Canova a Possagno)

La Villa di Maser (Villa Barbaro) è uno dei capolavori di Andrea Palladio (1508-80), Patrimonio dell'Umanità UNESCO. E’ una casa viva, in parte abitata dai proprietari ed in parte aperta ai visitatori, e si trova al centro di una fiorente azienda agricola. Conserva splendidi affreschi di Paolo Veronese, e una bella collezione di carrozze.  www.villadimaser.it

Leggi tutto »

ITINERARIO 3: Treviso, Villa Emo a Fanzolo di Vedelago, Castelfranco Veneto

Treviso, detta “la piccola Venezia” perché attraversata dal fiume Sile e da un dedalo di canali, è una cittadina bella e vivace, che conserva lungo i suoi porticati, nelle chiese e sui palazzi affreschi e decorazioni, e che vede nelle architetture sacre e nelle pittoresche piazze i suoi maggiori tesori. Il fulcro della città è Piazza dei Signori, su cui si affaccia il Palazzo dei Trecento con la sua loggia affrescata. Da qui parte la splendida Calmaggiore; percorrete i suoi portici, guardando le vetrine dei negozi e mangiando un gelato, fino a Piazza Duomo. Tornate poi verso la Pescheria, zona di canali e di bei locali per un aperitivo, e passeggiate lungo il romantico canale dei Buranelli.

Leggi tutto »

ITINERARIO 4: Verso le montagne: Vittorio Veneto, Belluno, Cortina d’Ampezzo (o un salto a Feltre)

Alle pendici delle Prealpi sorge Vittorio Veneto, nata dalla fusione dei due nuclei storici di Cèneda e Serravalle. Quest’ultimo quartiere, in particolare, è davvero splendido. Non perdete una passeggiata tra via Roma con l’antico Castrum, ed i portici di via Martiri della Libertà, e naturalmente una visita a Piazza Flaminio con il meraviglioso Museo del Cenedese. Sulla stessa piazza, godetevi un calice di Prosecco all’antica “Trattoria alla Cerva”.

Leggi tutto »

ITINERARIO 5: Il fascino dell’acqua in alcuni luoghi speciali

Alcune piacevoli passeggiate che hanno l’acqua come comune denominatore.

Leggi tutto »

ITINERARIO 6: Sui luoghi della Grande Guerra

Visitare i luoghi dei tragici conflitti che nel secolo scorso hanno lacerato il nostro continente è un’esperienza formativa. La provincia di Treviso appartiene, dolorosamente, al novero dei luoghi sacri alla memoria collettiva europea, in quanto fu attraversata da uno dei più decisivi e cruenti fronti della Grande Guerra.

Leggi tutto »

ITINERARIO 7: L’itinerario goloso

Non tanto un itinerario nello spazio, quanto un breve viaggio tra il meglio dell'enogastronomia trevigiana. Ma non è facile delineare un itinerario goloso esaustivo, perchè sono troppi i prodotti tipici, i piatti della tradizione, gli indirizzi gourmand, i piccoli produttori di squisitezze... qui nella Marca Trevigiana!

Leggi tutto »

ITINERARIO 8: Monaco-Venezia, la ciclovia dell’amicizia

Attraverso le Alpi fino all'Adriatico in bicicletta!
Nella parte nord orientale delle Alpi esiste un itinerario ciclabile che collega una tra le più grandi città tedesche all'ammaliante città lagunare.
La Ciclovia dell'amicizia, da Monaco a Venezia, percorre piste ciclabili già esistenti, alcune create ad hoc per questo progetto transnazionale, oltre a piccole strade secondarie, attraversando tre paesi, tre zone climatiche e tre realtà alpino-mediterranee.
Tremila metri di dislivello, 560 chilometri, una cinquina di regioni e tre Paesi europei. È l'unica ciclovia che attraversa le Alpi e il cuore delle Dolomiti.
Partendo da Monaco di Baviera si pedala verso sud attraversando numerosi siti di interesse culturale, storico e naturalistico (Innsbruck, il passo del Brennero, la Valle dell'Isarco, la Val Pusteria, Cortina d’Ampezzo, il Cadore e la Marca Tregiana), fino a giungere, dopo diversi giorni di viaggio, in una delle città più belle del mondo, Venezia.
Nell'ultima tappa, chiamata "giardini di Venezia e città d'arte", i ciclisti raggiungono la città lagunare famosa in tutto il mondo toccando incantevoli città d’arte come Vittorio Veneto, Conegliano e Treviso.